10192018Headline:

Polizia Municipale Comune di Pisa, mancano almeno 30 unità, Rsu: “occorrono assunzioni dalle graduatorie concorsuali”

Ad oggi, la Polizia Locale del Comune di Pisa, è composta da 130 unità delle quali 60 occupate negli uffici e 70 su strada. Lettera al Prefetto

2dicembre 2016 da Rsu Comune di Pisa: Sisia, Giusti, Quirigoni e Terreni. polizia municipale

 polizia municipaleIl personale in organico, per carenza numerica, non sempre riesce a garantire al meglio la copertura dei molteplici servizi che competono alla Polizia Locale, nonostante la grande professionalità e l’ottima organizzazione. La carenza di agenti Pm ammonta a 30 unità e considerata la densità di popolazione, i pensionamenti previsti e alcune richieste di cambio profilo con mobilità all’interno del Comune, nel prossimo triennio il quadro tenderà a peggiorare arrivando a dimensioni incontrollabili. Il Comune di Pisa ha una graduatoria di concorso utile composta da 80 idonei, dalla quale mediante scorrimento sono state assunte unità fino al candidato n.48, coinciso poi con l’ultima assunzione dalla graduatoria nell’anno 2013.

Tale graduatoria scadrà il 31.12.2016 salvo  deroga con la prossima legge di stabilità. Il Corpo di Polizia Locale è investito, per legge, di numerosi e fondamentali compiti a tutela del benessere complessivo dei cittadini, della legalità, dell’ambiente, della salute, del sociale e che la cittadinanza richiede sempre più la presenza e la vicinanza degli operatori di Polizia Locale per far fronte a problematiche quali la disgregazione sociale, la sicurezza, la prevenzione di possibili comportamenti e atti violenti che purtroppo si verificano sempre con cadenza maggiore. Le linee di programma di governo di questa amministrazione indicano chiaramente l’obiettivo di avere, per la Polizia Locale, una pianta organica completa, attingendo a tutti gli strumenti possibili.

In queste ultime settimana abbiamo reiterato alla Giunta la richiesta di predisporre il nuovo piano di fabbisogno di personale e di attingere dalle graduatorie concorsuali vigenti ma ad oggi sono arrivate solo risposte negative. Ricordiamo il piano del personale assunto dalla Giunta con delibera n.10 del 09.02.2015 dove già era stato evidenziato l’esito della rilevazione dei fabbisogni.

Ecco i dati, su personale non dirigente e assunzioni previste. In totale previste n. 25 assunzioni di Agenti di PM così ripartite: 

  • N. 9unità nel 2015,
  • N. 7unità nel 2016,
  • N. 9unità nel 2017.

Questi dati si riferiscono al Febbraio del 2015, adesso la situazione si è aggravata ancora e di assunzioni non ce ne sono state, anche a causa del blocco delle assunzioni intervenuto.  Fabbisogno che nel mese di Luglio 2016 è stato confermato dalla Direzione della Polizia Municipale con la richiesta di numero 25 assunzioni. Assunzioni immediate per dare subito risposte concrete ai bisogni e alle richieste di sicurezza della cittadinanza nonché del Prefetto. Ora però si può voltare pagina, se si vuole, e ripartire da dove eravamo rimasti, con una graduatoria ancora vigente fino al 31.12.2016 con ancora oltre 30 idonei scaturiti da una lunga e dispendiosa procedura concorsuale, non solo per i candidati arrivati fino in fondo, ma anche per l’amministrazione stessa, attuata nel 2009.

Oltre 30 idonei alcuni dei quali hanno prestato servizio nella Polizia Municipale del Comune di Pisa per 6/7 anni dal 2010 con contratti a tempo determinato distinguendosi per abnegazione e impegno nonché per un lodevole servizio prestato e riconosciuto dalla stessa Amministrazione.

Evidenziamo ancora una volta come realtà molto vicine, vedi i Comuni di Livorno e Firenze, con gli stessi problemi di carenza organica e contemporanea richiesta di maggiore sicurezza nelle città, abbiano scorso le loro graduatorie al fine di implementare le proprie piante organiche con procedure semplici e snelle che termineranno entro il 31.12.2016 con l’assunzione di numerose unità.Nello specifico, un esempio è il Comune di Firenze che ha richiesto n.40unità, la cui graduatoria non è stata sufficiente e da qui la necessità di scorrere le graduatorie a tempo indeterminato dei comuni limitrofi al fine di colmare il gap che si è creato.

Dopo reiterati solleciti, il Comune di Pisa solo in data 29.11.2016 con Atto n. DD-12/ 1307 ha stipulato, un accordo con il Comune di Firenze per l’utilizzo della propria graduatoria così come prevede la legge ai sensi dell’art. 3 comma 61, L 350/2003, anche se la richiesta da parte del Comune di Firenze era stata evasa in data 03.11.2016 prot. 85108. Purtroppo sono stati necessari ben 26 giorni affinché l’amministrazione Pisana potesse prendere una decisione in merito e stipulare l’Atto, nel frattempo l’amministrazione Fiorentina concludeva numerosi accordi con altre amministrazioni evidentemente più desiderose di creare nuova occupazione giovanile.

Chiediamo pertanto al Prefetto di Pisa di adoperarsi perché l’amministrazione comunale predisponga al più presto il nuovo piano di fabbisogno di personale e faccia ricorso alle graduatorie concorsuali, non solo alla mobilità da altro Ente.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +3 (from 3 votes)