09192018Headline:

Vela. Grande successo dell’Italiano 2018 della classe Platu 25

Venti barche al via  e ottima organizzazione dello Yacht Club Livorno, in collaborazione con lo Yacht Club Montecatini (Ycm)

12luglio 2018 da redazione Pisa

Nella foto, l’equipaggio di Hurra’ durante la premiazione

11 regate dal 4 all’8 luglio  come da programma nelle acque davanti a Livorno, condizioni meteorologiche con venti medio-leggeri che hanno determinato una classifica nella quale le imbarcazioni con a bordo professionisti  (fra tutti i fratelli Montefusco) non hanno avuto rivali, tanto che il vincitore assoluto, Euz II (Cv Bari), ha chiuso con una giornata di anticipo con otto primi posti sulle nove regate valide (due prove di scarto). 

In seconda posizione, distanziati di 7 punti, gli storici rivali di Five For Fighting 3 (Lni Monopoli), armatore Tommaso De Bellis, con Andrea Airò al timone e in terza posizione, dopo i due migliori equipaggi della classe a livello mondiale,  Jhaplin 007 (Nic  Catania), che ha distanziato nell’ultima giornata la barca locale Bastian Contrario (Cnv) armato da Paolo Lazzerini, Gianluca Poli e Roberto Pardini  (skipper) con Patrizio Cau e Luca Vitale e Hurrà (Ycm) di Matteo Ridi quinto overall con due primi di giornata come Bastian Contrario che fino all’ultimo ha lottato per il podio chiudendo il campionato con la vittoria nell’ultima prova.

Hurrà, il velocissimo Platu vincitore del campionato primaverile a Marina di Pisa, ha conquistato il titolo nazionale nella categoria Corinthian (il raggruppamento più numeroso che prevede l’assenza di velisti classificati) timonata dal pisano Simone Mancini, in equipaggio, oltre all’armatore, Cristiano Di Gaddo, Paolo Pasquini, Ovidio Bompressi  e Fabrizio Tonioli (nella prima regata).  Una stagione tutta in Toscana, quella della Classe Platu 25, che è andata… a gonfie vele e che vedrà a metà settembre l’ultima tappa del circuito italiano ancora a Marina di Pisa dove la classe ha ottenuto una grande ospitalità nel Porto di Pisa grazie alla lungimiranza del suo Amministratore Delegato Simone Tempesti che ha visto nella vela un sicuro volano per il futuro.

Dalla stretta sinergia con lo Yacht Club Repubblica Marinara di Pisa agli spazi concessi alla Classe Minialtura e ai Platu in collaborazione con lo Yacht Club Montecatini che  ha consentito lo svolgimento di tutte e tre le Tappe della Coppa Italia.

“La classe dei Platu ha risposto molto bene – dice Stefano Bettarini, Presidente Ycm –  tanto da creare i presupposti per la nascita di una delle maggiori flotte Italiane”.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +1 (from 1 vote)