07282017Headline:

Dal 26 al 30 luglio, la più grande festa dell’estate livornese Arriva Effetto Venezia, 32° edizione. Tema di quest’anno: il cosmopolitismo di Livorno

Cinque serate di musica, teatro, caffè letterari, mostre e tantissime altre iniziative nel quartiere più caratteristico della città

7luglio 2017 da Comune di Livorno

Dal 26 al 30 luglio si terrà a Livorno la 32°edizione di Effetto Venezia, la più grande festa dell’estate livornese. Appuntamento, ormai storico, con la cultura, l’arte, la musica e il teatro, Effetto Venezia torna a proporre per cinque serate un invitante programma di appuntamenti in uno dei quartieri più caratteristici della città, La Venezia, attraversato da ponti e canali navigabili. A partire dalle ore 19 ogni sera si potrà assistere a spettacoli di musica e teatro, curiosare tra mercatini artigianali, visitare mostre e prendere parte a Caffè Letterari, cenare a lume di candela lungo le “spallette dei canali” e magari percorrere gli stessi canali a bordo di un battello o di un “sandalo veneto”. 

Ogni anno sempre più sorprese e temi nuovi a cui dedicare il Festival che racchiude l’autenticità dello spirito livornese e la vivacità artistica e creativa della sua gente. Non a caso “Diversis gentibus una” è il tema di questa edizione 2017 che richiama il carattere cosmopolita della città di Livorno “da genti diverse una sola comunità” come fu coniato sulla prima moneta 400 anni fa per volere del Granduca Ferdinando I. Sarà proprio questa caratteristica socioculturale di Livorno, il suo spirito “aperto”, la convivenza di etnie e religioni diverse che hanno sempre convissuto pacificamente, a connotare la festa con appuntamenti dedicati al teatro, al cinema, alla letteratura e perfino alla cucina, quella cucina labronica che è specchio appunto  di tante influenze di culture gastronomiche diverse. Effetto Venezia 2017 si ispirerà con la sua programmazione a questa ricchezza della città, al suo pluralismo e spirito d’accoglienza. Nella bellissima cornice della Quadratura dei Pisani in Fortezza Vecchia saranno organizzati Caffè letterari  e incontri dedicati importanza del dialogo inter-religioso mentre al Mercato delle Vettovaglie, dopo il successo del Cacciucco Pride, si alterneranno serate con proposte gastronomiche  rappresentative delle comunità presenti a Livorno.

Numerosi, come ogni anno, i “palchi” distribuiti in tutto il quartiere: nelle piazze, nelle strade, nei cortili degli antichi palazzi.

  • In piazza del Luogo Pio, il main stage proporrà ogni sera spettacoli di forte richiamo. Il 28 luglio, unica data nazionale, salirà sul palco Sean Kuti e con lui la storica formazione degli Egypt80, la “più infernale macchina ritmica dell’Africa tropicale”. Il concerto porterà in piazza la coinvolgente musica Afrobeat di cui Sean Kuti è il degno erede (suo padre Fela Kuti, “the black president” attivista nigeriano fu l’inventore appunto di questo genere musicale).
  • Sullo stesso palco saliranno la Rettore (27 luglio) e il più scatenato e roboante gruppo folk italiano, la Bandabardò (29 luglio). L’apertura del palco sarà affidata alla compagnia Todo Modo (26 luglio)
  • Mentre la chiusura (30 luglio) alla vivacità di Leonardo Fiaschi che con la DB Day’s band darà vita ad uno show coinvolgente tra musica, imitazioni, balli e cabaret. Ospite dello show il cabarettista Michele Crestacci.

In programma concerti musicali a Palazzo Huigens a cura dell’Istituto Musicale “P. Mascagni” ; palco Blues in Largo Strozzi; gruppi musicali emergenti livornesi in piazza dei Legnami.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +1 (from 1 vote)