11152019Headline:

Pisa, abbonamento mensile a 16 euro per universitari. Comunicato studentesco di ‘Sinistra Per…’

Dopo una serie di pressioni dell’organizzazione studentesca ‘Sinistra Per…’ su: Regione Toscana, Comune di Pisa e Università di Pisa in merito alla chiusura di un accordo-ponte con l’azienda dei trasporti CPT scarl, finalmente tutti gli studenti dell’Università di Pisa potranno acquistare l’abbonamento mensile per trasporti urbani al prezzo di 16 euro indipendentemente da modello ISEE. 

Il testo della convenzione.

22dicembre 2018 da ‘Sinistra Per…’, Pisa

A partire dal nuovo bando tariffario della Regione Toscana, l’abbonamento mensile per gli autobus era aumentato in modo considerevole, a partire dai 12,50€ dell’anno scorso per arrivare ai 35€ al mese di quest’anno. Sebbene fossero state previste delle agevolazioni sui prezzi –  modulata su base della fascia di reddito calcolata tramite ISEE – solo i residenti in Toscana vi potevano accedere. Di conseguenza, una buona fetta della popolazione di Pisa, essendo composta da studenti fuori sede, non residenti in Toscana, era estromessa  da queste agevolazioni. In questi mesi abbiamo avuto una serie di incontri congiunti Università di Pisa-Regione, per discutere di questo aumento inaccettabile e delle soluzioni da trovare.

  •  Oggi, in Consiglio di Amministrazione dell’Azienda del Diritto allo Studio e in Consiglio di Amministrazione dell’Università è stato approvato un accordo-ponte, che permetterà a tutti gli studenti iscritti all’Università di Pisa, in qualità anche di dottorandi, specializzandi e perfezionandi, indipendentemente dal reddito familiare ISEE posseduto, di avere la possibilità di acquistare l’abbonamento mensile dei trasporti urbani al costo €16,00.
  • Sebbene questo sia un ottimo risultato, rimangono ancora due questioni da risolvere, che sono state sollevate sia in  Consiglio di Amministrazione dell’Ateneo che in quello dell’Azienda del Diritto allo Studio. Innanzi tutto, vi è la necessità di trovare dei meccanismi di rimborso per tutti coloro che hanno sottoscritto un abbonamento annuale, con la vecchia tariffa; in secondo luogo urge estendere questo tipo di accordo anche ai trasporti su rotaia ed extraurbani.
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +2 (from 2 votes)